domenica 10 maggio 2015

IL MASSAGGIO IN GRAVIDANZA

E   finalmente dopo un'infinità di tempo,torno a scrivere su questo blog,stavolta inserendo una nuova categoria:l'estetica.
 Trattandosi del mio lavoro principale oltre a quello di truccatrice,ho voluto creare questa sessione per trattare argomenti di cui spesso mi chiedete,in modo da riuscire a togliervi qualche dubbio e sicuramente a darvi qualche consiglio in più per capire bene a chi affidarvi.

Oggi parlo del MASSAGGIO,ma non di un massaggio qualunque,bensì il MASSAGGIO in GRAVIDANZA.


Spesso sento dire che il massaggio in gravidanza è controindicato,ma non c'è nulla di più sbagliato.
E' ovvio che dipende molto dal tipo di massaggio che vogliamo eseguire,per questo,nell'articolo seguente ,vi parlerò dei massaggi specifici per la gravidanza,ovvero quelli che aiutano a migliorare la circolazione,quelli che aiutano le gestanti a rilassarsi durante i lunghi 9 mesi e quelli da eseguire solo a fine percorso detti "massaggi prenatali".

Iniziamo subito col dire che in generale,salvo diverso parere medico,è sconsigliato effettuare massaggi nel primo trimestre della gravidanza,perchè considerato il più "a rischio" ma in realtà il motivo principale è che in quei primi tre mesi,la donna si sta abituando al suo nuovo stato fisico ed è meno tollerante.Di solito (ma non è detto),subentrano le nausee,i capogiri,stanchezza ecc...

Quali sono i casi in cui il massaggio non va eseguito?

-perdite di sangue o di liquido amniotico 
-diabete gestazionale
-malattie contagiose
-febbre
-nausee mattutine,vomito o diarrea
-vertigini
-palpitazioni
-dolori inusuali
-pressione arteriosa alta
-dolori addominali

 La grande trasformazione corporea che la donna si trova ad affrontare durante la gravidanza può causare la NON-percezione del proprio corpo con conseguente disorientamento psico-fisico.
Il massaggio in gravidanza adeguatamente eseguito risulta il mezzo più efficace e naturale per prevenire e risolvere tutte queste problematiche, a rischio zero e senza alcun effetto collaterale. In conclusione, è fortemente consigliabile eseguire massaggi in gravidanza durante tutto tale periodo e possibilmente anche dopo, al fine di agevolare il processo di normalizzazione dell’intero organismo.
Le zone che dovranno essere maggiormente stimolate nel massaggio prenatale sono:
• la regione pelvica
• la spina dorsale
• la muscolatura della schiena

Quali benefici si ottengono attraverso dei cicli di massaggio in gravidanza?   


La regione addominale, in particolare, dovrà essere solo minimamente sollecitata, senza esercitare pressioni.

Tra i benefici che produce il massaggio prenatale ci sono:

• rilassamento e diminuzione dell’insonnia

• sollievo alle articolazioni relativamente al peso che devono sopportare nel corso della gravidanza
• sollievo al collo e alla schiena provati dallo squilibrio dei muscoli e dalla relativa debolezza
• assistenza nel mantenere la corretta postura
• preparare i muscoli ad essere usati durante il parto
• ridurre il gonfiore delle mani e dei piedi
• alleviare il dolore del nervo sciatico
• alleviare il mal di testa e la congestione del seno


Naturalmente prima di eseguire un qualsiasi trattamento di questo genere è indispensabile sempre  e comunque il parere del vostro medico e la mia raccomandazione è di affidarvi a professionisti del settore.

Spero che questo post vi sia stato utile!Io vi abbraccio e vi rimando al prossimo articolo! A presto!

Rosy <3 








2 commenti:

  1. che carino questo blog!!! mi sono unita ai tuoi lettori,
    se vuoi passare da me...
    http://recensionismart.blogspot.it/

    RispondiElimina